"in onda" Trasmissioni 2017

Puntata nr. 1 del 30/04/2017

 In questa puntata...

Speciale Vinitaly 51° edizione

Biologico, frizzante, autoctono: il vino piace così, almeno così dicono gli osservatori internazionali che all’ultima edizione di Vinitaly, oltre manifestare le percezioni dei consumatori, mostrano i dati concreti del mercato. Segnano il passo invece i ‘fermi’, che da alcuni anni mostrano flessioni importanti. 
 
Corrado Casoli, presidente Cantine Riunite Civ
 
Va alla grande quindi il ‘biovino’ che segna netti incrementi. La viticoltura biologica europea ha un ruolo di primo piano, tanto che rappresenta l'88% della superficie vitata bio del mondo. l’Italia con 83 mila ettari di vite coltivati con metodo biologico, ha il primato mondiale per incidenza di superficie vitata biologica.
 
Davide Pierleoni responsabile Commerciale Ccpb
 
C’è grande attenzione alle dinamiche di mercato del lambrusco, alla ricerca di un posizionamento che va anche oltre il suo classico consumo, ma anche proposto con altre formule accattivanti e adesive ai giovani consumatori.  
 
Claudio Biondi, presidente consorzio del lambrusco di Modena
 
Nell’ambito di Vinitaly Ismea ha presentato il rapporto “Outlook Vino 2020” sullo sviluppo e i cambiamenti nel mercato di settore.
Secondo i dati elaborati dall’Istituto si prospetta una crescita (+2,4%) della produzione mondiale e in questo contesto risulta evidente il posizionamento strategico dell’Italia, con la conferma della leadership come primo paese produttore al mondo e un aumento delle esportazioni del 10%.

Giovanni Accetta, Itas Calvi Finale Emilia
 
Nel corso di Mater vitis, convegno promosso dal Calvi a Finale Emilia e che ha portato alla ribalta la pellegrina, è avvenuta anche la cerimonia di consegna di un mezzo meccanico donato attraverso una raccolta fondi promossa dalla Cia Emilia Romagna,
Cristiano Fini, presidente Cia Emilia Romagna

Copyright © 2011 Acieloaperto. Tutti i diritti riservati. P.I./C. Fiscale 02707910366.