"in onda" Trasmissioni 2016

Puntata nr. 7 del 05/06/2016

In questa puntata: "L'attività di controllo di frane e torrenti" e "Le sentinelle degli argini fluviali"

 

Torrenti e frane "controllati" dalla Bonifica Renana

Più di 341.mila ettari, pari a 3.419 chilometri quadrati di cui il 42% in pianura ed il 58%in montagna: è questo il territorio del Consorzio della Bonifica Renana che assicura la regimazione e l’ allontanamento dell'acqua meteorica, mantenendo il presidio idrogeologico in montagna e che controlla la propria rete idraulica in pianura.

I consorziati proprietari di terreni e fabbricati all’interno del comprensorio di bonifica sono 240 mila in un'area che comprende 68 comuni in 7 province.

I territori di montagna, per la loro vulnerabilità, vengono costantemente monitorati dai tecnici che edificano nuove opere o ripristinano quelle preesistenti. 

Marco Baldi - Capo Settore Montagna Bonifica Renana

Francesca Dellabetta – Ing. Capo area Tecnica Bonifica Renana

 

 

Volontari sentinelle degli argini fluviali e dei canali 

E’difficile dimenticare l’esondazione del fiume secchia nel Secchia nel gennaio del 2014, un evento che ebbe conseguenze nefaste. Ora per prevenire altri episodi calamitosi sono entrati in azione anche un gruppo di volontari che controllano gli argini di fiumi e canali del modenese, con l’obiettivo di segnalare tane di animali selvatici

Francesco Lamandini, presidente Atc Modena 2

Nino Lorenzoni, coadiutore Atc Modena 2

Copyright © 2011 Acieloaperto. Tutti i diritti riservati. P.I./C. Fiscale 02707910366.