"in onda" Trasmissioni 2016

Puntata nr. 6 del 29/05/2016

In questa puntata: "Il lambrusco e l'importanza della diversità" e "Cereali: la crisi unisce gli agricoltori"

 

Con la biodiversità del territorio  il lambrusco si arricchisce

La biodiversità è stato il comune denominatore delle aziende agricole che hanno aderito alla diciottesima edizione di Fattorie Aperte, l’appuntamento con il territorio rurale, i prodotti tipici e il paesaggio promosso dalla Regione Emilia Romagna.
Molte delle fattorie  hanno dedicato iniziative specifiche alle numerose specie animali e vegetali,  descrivendo  ai visitatori le coltivazioni, gli allevamenti e le tecniche produttive rispettose dell’ambiente e della salute. A Carpi Angelo Carmine Fasulo coltiva lambrusco  nella sua azienda biologica, che ha arricchito con elementi naturali: ci sono infatti siepi, laghetti e un bosco.

Angelo Carmine Fasulo – agricoltore biologico 

Ivan Bortot, enologo Cantine Riunite Civ

Ermi Bagni,  direttore Consorzio Lambrusco Modena

 

 

Una filiera cerealicola organizzata per competere nel mercato globale

I primi mesi del 2016 sono stati  critici per i cerealicoltori perchè le quotazioni di frumento tenero, duro e orzo sono scese rapidamente fino a toccare il livello più basso degli ultimi 5 anni. Le cause sono molteplici,  dagli stock mondiali che hanno raggiunto livelli record dopo due raccolti particolarmente abbondanti,  alla crisi globale.

Le imprese agricole prestano quindi attenzione ai costi produttivi, investono nelle scelte varietali idonee, oltre a coltivare con tecniche sostenibili e operare in contesto di filiera, puntando alle forme di  commercializzazione in forma aggregata.

E di integrazione di filiera se ne è parlato in una giornata dimostrativa ad Anzola Emilia in un campo vetrina con numerose varietà di cereali e  allestito dalla Cooperativa Progeo in collaborazione con diversi partner.

Marco Pirani, Presidente Progeo

 

Diciassette varietà di grano tenero, 8 di duro e 2  di varietà antiche, oltre a test di concimazione: sono alcune delle attività che i tecnici hanno illustrato agli agricoltori che devono applicare le migliori pratiche agricole per essere competitivi e conferire caratteristiche di qualità ai grani.

Marco Albertini, presidente di Agrites

Tiziano Serra, direttore Intesia

Copyright © 2011 Acieloaperto. Tutti i diritti riservati. P.I./C. Fiscale 02707910366.